Lettera aperta al sindaco

Pubblichiamo questa lettera aperta, inviata al giornale “L’Ancora” da Giuseppe Remotti, del Comitato per la Tutela della Salute di Castelnuovo Bormida:

Il Comitato spontaneo per la tutela della salute del Comune di Castelnuovo Bormida informa la popolazione e l’opinione pubblica su quanto sta accadendo nel nostro Comune: i cittadini castelnovesi, fortemente preoccupati per l’inquinamento rilevato dai tecnici dell’Arpa e dai tecnici della Provincia sui luoghi circostanti la centrale a biogas presente sul nostro territorio in data 9 giugno 2014, presentavano al sindaco sig. Roggero Gianni la richiesta di circa 200 (duecento) persone dirette ad ottenere la convocazione del Consiglio Comunale aperto alla cittadinanza, per chiedere informazioni e chiarimenti relativi all’attività esercitata dalla centrale a biogas. Nonostante siano passati più di 4 mesi, il sindaco e la Giunta Comunale mantengono il più assoluto silenzio, ignorando completamente quella che è la legittima e sacrosanta richiesta di chi si sente minacciato per la propria salute e di quella dei propri figli. Il Sindaco in qualità di massima autorità sanitaria, dovrebbe informare e rassicurare la popolazione castelnovese sul tipo di monitoraggio e controllo che dovrebbe essere effettuato sull’acqua, sull’aria e sul suolo in modo tale da scongiurare il ripetersi di inquinamenti. L’atteggiamento tenuto dal sindaco e dalla giunta comunale è gravemente lesivo dei diritti dei cittadini, perché essi continuano ad ignorare la richiesta di assicurazione e tutela garantita e sancita dalla carta costituzionale. Ricordiamo a tutti che la difesa del territorio e dell’ambiente, da ogni forma di inquinamento è un preciso dovere morale e giuridico di ogni amministratore pubblico responsabile e garante della propria comunità

Potrebbe interessarti anche ...

Leave a Reply