Acqui Terme – un appello per la difesa dell’ospedale

ACQUI TERME – Dura presa di posizione del comune di Acqui Terme sul piano di riorganizzazione delle rete ospedaliera che prevede il declassamento dei nosocomi di Acqui e Tortona a “Dea I lvello”. La giunta della città termale si è immediatamente riunita per deliberare un atto di diffida e messa in mora nei confronti della Regione e sta valutando con i propri legali un ricorso al Tar. “Si è proceduto – dichiara l’amministrazione – ad organizzare una delegazione di protesta presso gli uffici dell’Assessore Saitta con richiesta di essere ascoltati dalla Commissione Sanità.

Il sindaco Enrico Bertero rivolge un appello per la difesa dell’ospedale di Acqui Terme: invita i commercianti, i professionisti e i tutti cittadini a recarsi presso gli uffici comunali per contribuire (apponendo la propria firma o ritirando un apposito modulo per raccoglierne di più) alla raccolta firme organizzata per contrastare le decisioni che penalizzano l’ospedale della città termale.

Invita quanti non si possano recare presso gli uffici comunali nei giorni feriali, a passare domenica 30 novembre dalle 10 alle 12.30 in piazza Italia, dove il sindaco stesso sarà presente insieme alla sua giunta e ai consiglieri per raccogliere personalmente le firme di quanti porranno unirsi alla battaglia in difesa dell’ospedale di Acqui Terme.

Leave a Reply