1944 – tipografia clandestina

1944 - tipografia clandestina
Castelnuovo, dopo l’armistizio italiano dell’8 settembre 1943, si trovò incluso nell’area dell’Italia centro-settentrionale che Benito Mussolini, appoggiato dalla Germania hitleriana, organizzò come Repubblica Sociale Italiana (R.S.I.). Nella R.S.I. si sviluppò ampiamente la resistenza partigiana. In Castelnuovo, su iniziativa dello scrivente (ndr Geo Pistarino) e del collega Pier Silvio Viazzi (già ufficiale di complemento dell’esercito italiano) ...

La compagnia dei buontemponi

La compagnia dei buontemponi
Negli anni antecedenti la seconda guerra mondiale, e di certo anche prima, le persone in paese, in difetto di televisione, cinema e quant’altro, erano solite incontrarsi dopocena, presso qualche amico di buona compagnia, per tirare tardi tra facezie le più disparate, possibilmente in presenza di qualche bottiglia di buon vino. Una prima ondata di queste ...

Teodoro FERRARI, Marchese

Teodoro FERRARI, Marchese
Il marchese Teodoro Ferrari fu l’ultimo dei Marchesi Ferrari di Castelnuovo e con lui si estinse la nobile famiglia. Tessera Esercito Italiano Nacque a Torino il 22 febbraio 1862. Conte di Orsara e Marchese di Castelnuovo Bormida. Fu allievo del Real Collegio Carlo Alberto a Moncalieri, poi del Collegio Militare di Milano e quindi della ...

Caranti, famiglia

Caranti, famiglia
La famiglia Caranti di Castelnuovo (ad oggi per quanto noto estinta in via principale)  discendeva  da un’antica e facoltosa famiglia borghese originaria del centro Italia (da una biografia attinente la “Certosa di Pesio” si rileva Passo Corese in Romagna?, non identificato). Nel Seicento il ramo “Castelnovese” si trasferì a Castelnuovo Bormida, dove riscontriamo nel tempo esponenti ...