Discarica di Sezzadio, aggiornamento

Nella serata di giovedì 21 marzo, a partire dalle ore 21, presso il Salone Comunale di Sezzadio, è stato convocato un Consiglio comunale di primaria importanza per la lotta contro la discarica di Cascina Borio, voluta dalla Riccoboni Holding.

In discussione all’ordine del giorno, ci saranno due mozioni proposte dalla minoranza: la prima per l’inoltro alla Regione Piemonte di una richiesta di vincolo di superficie di natura ambientale finalizzato a tutelare il territorio di Sezzadio e il suo microambiente con le sue eccellenze architettoniche e storiche (abbazia di S.Giustina, e non solo), paesaggistiche, ecosistemiche (area della cosiddetta “Bormida Morta” e altre).

La seconda mozione è invece finalizzata alla sospensione di ogni richiesta dell’azienda Riccoboni circa la variante al Prg, in attesa di conoscere la situazione delle aree e lo stato di coltivazione della cava, nonchè quello dell’esecuzione delle opere di ripristino ambientale, riservandosi comunque di valutare, all’esito degli accertamenti demandati all’ufficio tecnico Comunale e alla Provincia, quali determinazioni assumere circa la destinazione urbanistica delle aree e circa la sussistenza o meno dell’interesse della Riccoboni a richiedere la variante stessa.

Si tratta, come tutti possono comprendere, di due atti di grande importanza per contrastare l’iter avviato dall’azienda. I Comitati spontanei per il NO alla discarica invitano tutti a essere presenti al Consiglio del 21 marzo, per far sentire con questa presenza la ferma volontà del territorio di opporsi a ogni forma di speculazione sull’acqua, un bene di tutti, che dobbiamo preservare per le nuove generazioni.

PRESENTIAMOCI NUMEROSI IN CONSIGLIO PER VIGILARE

LE DUE MOZIONI DEVONO ESSERE APPROVATE!!!

Articolo tratto da http://www.notavterzovalico.info/

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbe interessarti anche ...

Leave a Reply