La Provincia non vuole eseguire i controlli sulla falda acquifera ordinati dal ministero

La Provincia non vuole eseguire i controlli sulla falda nella ex cava di cascina Borio, a Sezzadio, dove la Riccoboni sta allestendo la contestata discarica di rifiuti. Il conferimento potrà essere avviato solo dopo l’ok al progetto della tangenziale. A inizio maggio il ministero della Transizione ecologica, in base a documenti e immagini inviati dal Comune per dimostrare la presenza di un vero e proprio lago nella ex cava probabilmente formato dall’acqua della falda sottostante, aveva ordinato alla Provincia di eseguire controlli sul rispetto delle prescrizioni previste nell’autorizzazione alla discarica datata 2016. Il timore è che, una volta depositati i rifiuti, questi possano finire a contatto con l’acqua che finisce nei rubinetti di 250 mila persone nell’Acquese.

.. l’articolo completo è disponibile cliccando qui..

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.